Premiere di serie per This Is Us nuovo drama della NBC andato in onda ieri. Sfatiamo subito ogni dubbio e diciamo che sì la serie è più che approvata.

Settembre per noi telefilm addicted è sempre il mese più bello dell’anno, il nostro Natale. E questa è la settimana più bella di tutte perché ci sono i ritorni che aspettiamo da mesi e i nuovi arrivi che dopo una valanga di trailer che non fanno altro che metterci in trepidante attesa per la stagione che verrà. E intanto la lista delle serie da seguire si fa sempre più lunga, come se noi dovessimo vivere solo per gli show! Ah già ma è così.

La curiosità quando si tratta delle nuove serie è sempre forte perché quelli dei network son bravi a fare promo su promo, così anche se alla prima settimana sei già indietro nella visione degli episodi (e siamo appena a metà settimana) non si può fare a meno di cedere alla tentazione e guardarsi una series premiere.

E’ il caso di This Is Us, che forse ci mette un po’ a conquistarti, ma quando si arriva agli ultimi minuti della premiere non si può fare altro che pensare a come sarà il prossimo episodio.

Presto saranno i dati su gli indici di ascolto a dirci che ne pensa il pubblico, ma al primo sguardo pare proprio che la NBC abbia centrato l’obiettivo con questo nuovo show.

Un po’ per il cast; sempre splendida Mandy Moore e poi Sterling K. Brown volto noto delle serie tv ma conosciuto soprattutto per Army Wives e American Crime Story, ma anche Justin Hartley il primo green arrow ai tempi di Smallville e soprattutto Milo Ventimiglia che manco stiamo qui a dire tutto quello che ha fatto. Del resto che gli vuoi dire a Jess Mariano, ci avete fatto caso che è diventato tutto suo zio con barba e camicie a quadroni al seguito?!

Risultati immagini per this is us

Scherzi a parte, This is us è una serie che affascina fin dai primi minuti a causa di quella prefazione. Certo non è “scientifico” iniziare una frase con “Wikipedia sostiene” però alla fine di quelle poche righe la curiosità di scoprire quante siano le persone nel mondo con cui si condivide la data di nascita è veramente forte.

Il ritmo per i restanti 40 minuti scema, diventa anche un po’ lento; forse perché tutto sembra esser in un qualche modo già visto: una coppia che dà alla luce tre gemelli ma qualcosa va storto e uno dei piccoli nasce morto e i poi due gemelli, un maschio e una femmina, lei che ha problemi ad accettare se stessa e il suo aspetto, lui che è un attore squattrinato in crisi proprio il giorno del suo compleanno perché la vita che vive e il ruolo che interpreta proprio non gli piacciono. E infine un padre di famiglia che a 36 decide di cercare il padre biologico per sbattergli in faccia la sua felicità, perché nonostante tutto, nonostante l’abbandono lui ce l’ha fatta.

Bisogna arrivare alla fine

E’ proprio vero che non si può giudicare un libro o un film se non lo si legge fino alla fine o lo si segue fino ai titoli di coda e vale anche per una premiere. Perché è solo agli ultimi minuti che si capisce che This is us è costruita su un dislivello temporale. Solo alla fine del pilot ci si rende conto che Rebecca e Jack sono una coppia sposata che vive nell’America dei primi anni Ottanta, solo allora ci si rende conto dei jeans a zampa, dei capelli strani e dell’ospedale che non sembra proprio uno dei più all’avanguardia.

E’ alla fine del pilot gli autori compongono il loro quadro e lanciano un plot twist che lascia un (dolce) senso di meraviglia. Perché quando si intuisce che Kevin, Kate e Randall sono i tre figli di Bec e Jack allora non si può far altro che aspettare trepidante il prossimo episodio.

[E comunque no, Kev Ryan Gosling non farebbe mai una m**** come “The Man..ny” ]

A proposito dell'autore

Anna Maddalena Peluso
Caporedattore del We Smile e Autore della sezione Serie tv

Nolana di nascita, da qualche tempo romana. Ingorda di serie tv, discreta lettrice, amante del nuoto. In generale? Sta meglio in acqua che sulla terra ferma. Un giorno spera di poter fare della scrittura il suo lavoro. In cerca di qualcosa

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.