Non solo opere su tela appartengono a Salvador Dalì, ma anche ricette culinarie che rispecchiano un animo stravagante ed eccentrico

All’età di sei anni Salvador Dalí annunciò alla famiglia che da grande sarebbe diventato un cuoco. Le cose, come sapete, sono andate diversamente. Tuttavia, nel 1973, il grande surrealista pubblicò un libro di cucina intitolato Les Diners de Gala, le cui illustrazioni sono delle vere e proprie opere d’arte intrise di compiaciuto kitsch.

Nel sui generis libro di cucina scritto da Dalì nel 1971, l’artista, con un abile gioco di parole contenuto nel titolo, si diverte a riproporre le ricette dell’amata moglie Gala attraverso il suo innovativo e inconfondibile linguaggio artistico. Per la prima volta dopo 40 anni verrà ristampato il testo, già ordinabile su Amazon, dalla famosa casa editrice Taschen: al suo interno sono custodite ben 136 ricette divise in 12 capitoli, tutti dai titoli stravaganti tra cui le Uova vecchie di mille anni, Cotolette di vitello farcito di lumache, Pasticcio di rana o Toffee con pigne.

Salvador Dalì durante un bacchetto preparato per i suoi ospiti

Salvador Dalì

Alcune immagini tratte da Les Diners de Gala

va-dali_diners_de_gala-image_04_04639-810x537orig_main

va_dali_diner_pr_104_105_1608151837_id_1071958-810x577orig_main

il-libro-di-cucina-di-dali-3-680x484

Le ricette trattate in quest’opera sono ispirate alla tradizione culinaria francese, in particolare si rifanno a quelle di leggendari ristoranti perigini come Lasserre, La Tour d’Argent, Maxim’s e Le Train Bleu: i piatti, rivisitati da Dalì e da sua moglie, venivano serviti agli ospiti durante gli opulenti e famosi banchetti dell’artista.

Ogni consiglio culinario presente nella raccolta è accompagnato da osservazioni spesso spiritose dell’artista, buone anche per fare conversazione a tavola, e da disegni e fotografie surrealiste stravaganti, esotiche, sontuose e sensuali come le pietanze stesse. Le ricette, si assicura, possono essere preparate anche a casa, a patto di riuscire a recuperarne gli ingredienti, spesso poco comuni, e a possedere la giusta dose di abilità tecnica.

 

A proposito dell'autore

Angela Nimo
Autore della sezione Arte e Blogger della rubrica Viaggi dell'Arte

Studentessa di giornalismo ed editoria con un'irrinunciabile necessità di scrivere, pugliese d'origine e romana d'adozione. Mi occupo di arte nell'accezione più variegata del termine, sempre alla ricerca di novità interessanti, con la speranza di poter fare della scrittura il mio mestiere.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.