Curiosità e anticipazioni su The Marvelous Mrs. Maisel, la nuova serie di Amy Sherman-Palladino, targata Amazon, dal 29 novembre in lingua originale.

Novembre, più d’ogni altro mese, ci ha condotto all’interno di un effervescente palinsesto cinematografico e televisivo e ci ha regalato non poche novità. Tra le serie in uscita proprio in questo periodo, c’è la prima stagione di The Marvelous Mrs. Maisel, una esclusiva Amazon Studio, che arriverà doppiata in italiano solo nel gennaio 2018. I cultori del binge-watching in lingua originale, però, non dovranno attendere troppo: dopo l’episodio pilota rilasciato nel marzo del 2017, infatti, le altre nove puntate di The Marvelous Mrs. Maisel usciranno proprio tra pochi giorni, il 29 novembre. Se non avete ancora visto il pilota e volete saperne di più, ecco qualche piccola curiosità e anticipazione (senza spoiler) sull’ultima fatica di Amy Sherman-Palladino, creatrice e regista – insieme a Daniel Palladino – della serie, nonché  ideatrice del telefilm cult Girlmore Girls, amato alla follia da tutti i giovani, nati e cresciuti tra gli anni novanta e duemila.

Maisel

The Marvelous Mrs. Maisel è ambientato nella New York del 1958, dove la signora Miriam Maisel (Rachel Brosnahan), una casalinga ebrea, vive con suo marito Joel (Michael Zegen), un uomo di successo che, di sera, si esibisce come comico in un locale della città, faticando ad essere brillante come vorrebbe. Miriam ricopre, nei suoi spettacoli, solo un ruolo secondario, quello dell’uditrice, che aiuta il marito ad affinare qualche battuta per rendere il monologo più convincente. Siamo agli albori della famosa “stand up comedy” americana, il modello di intrattenimento che farà il giro del mondo, per arrivare, solo molto tempo dopo, in altri Paesi, come l’Italia.

MaiselMiriam, però, se si trova davanti ad un microfono, è molto più spigliata del marito, come si nota fin dalla scena iniziale in cui ci viene mostrato il discorso che la neo signora Maisel tiene il giorno delle sue nozze, ripercorrendo gli avvenimenti salienti della sua vita. Così, quando ella scopre che Joel l’ha tradita con una donna più giovane e ha anche copiato il suo unico monologo davvero divertente dal comico Bob Newhart (un pezzo di storia della comicità americana, ancora oggi in vita), decide di tornare dai suoi genitori, i quali, invece di accoglierla, la trattano con sufficienza, criticando la sua scelta di aver sposato un uomo come Joel.

Miriam, quindi, in preda alla furia, si ubriaca e torna nel locale dove il marito era solito tenere i suoi spettacoli, sale sul palco e inizia un monologo spassoso sulla sua vita amorosa oramai sul lastrico. Il pubblico sembra gradire quanto viene detto e sfacciatamente mostrato dalla giovane signora Maisel, ma forse, Miriam mostra anche oltre il dovuto, infatti, nel tentativo di apparire ancora attraente, si scopre il seno, venendo, perciò, prelevata dalla polizia e portata in cella per aver compiuto un atto indecoroso. Questa sarà solo la prima delle sue visite alla centrale di polizia, poiché, negli spettacoli a venire, concertati insieme a Susie (Alex Borstein), una dipendente del Comedy Club, sarà sempre più sfacciata e diretta e dimostrerà come anche le donne possano fare ciò che, all’epoca, appariva come retaggio puramente maschile, in una cultura in cui il divario tra i sessi era ancora evidente.

Insomma, The Marvelous Mrs. Maisel – la cui seconda stagione è già in lavorazione – si presenta come un telefilm dai toni femministi, allegro e irriverente come pochi, che già dal trailer – ve lo lasciamo qui – manifesta la sua vena critica nei confronti di una società chiusa e arroccata su posizioni antiquate, ancora non del tutto pronta ad un rinnovamento che, per quanto spiazzante possa sembrare, appare necessario. Una società che, soprattutto in alcuni campi, come in quello del cinema, in cui ogni anno si polemizza riguardo ai cachet ingiustamente più bassi ricevuti dalle donne rispetto a quelli dati ai loro colleghi uomini, pone i sessi in lotta e li colloca, ancora oggi, su posizioni di disparità. Appare necessario, perciò, ricordarsi da dove proveniamo e verso quale direzione dobbiamo muoverci per giungere al maggior livello possibile di rispetto e parità tra tutti gli esseri umani.

Non perdete, quindi, The Marvelous Mrs. Maisel, la vostra dose di risate e di riflessione, durante queste lunghe serate invernali, dal 29 novembre, solo su Amazon Video.

Maisel

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.