Il futuro distopico immaginato dalla scrittrice canadese, Margaret Atwood, torna sul piccolo schermo con una trilogia che sarà prodotta da Anonymous Content e Paramount Television.

La scia di successi televisivi per Margaret Atwood sembra non volersi arrestare. The Handmaid’s Tale, non serve neanche più dirlo, è stata la serie dell’anno, quella che ha ottenuto più riconoscimenti, quella più amata da pubblico e critica, indubbiamente quella più discussa, ma anche quella che ha ispirato di più le femministe degli Stati Uniti.

Poi, come se il fato ci avesse messo del suo, Netflix ha diffuso, nello stesso anno (le produzioni in realtà sono partite a poco tempo l’una dall’altra) de Il Racconto dell’Ancella, Alias Grace la mini serie ispirata alla vita di Grace Marks, irlandese emigrata in terra canadese e lì diventata un’assassina (forse). Serie di un livello produttivo elevatissimo e che hanno avuto il merito di riportare sulla scena mondiale la scrittrice canadese.

Margaret Atwood

Non ci voleva molto a capire che l’industria televisiva avrebbe cavalcato l’onda del successo e avrebbe dato vita ad una serie di prodotti seriali ispirate ai romanzi della Atwood. Non stupisce, di conseguenza, l’annuncio di un nuovo telefilm ispirato alla trilogia MaddAddam.

I diritti dei romanzi, che in Italia conosciamo come L’ultimo degli uomini (2003), L’anno del diluvio (2009) e MaddAddam (2013), sono stati acquistati da Paramount e Anonymous Content che si occuperanno quindi di raccontare la storia di una pandemia globale e di un gruppo di superstiti che ora hanno il compito di guidare la nuova razza.

La Atwood si è detta felice per questa nuova produzione e per come i produttori le hanno descritto la loro visione sulla serie. Una serie di cui, in verità, non si sa ancora molto; non c’è una data di uscita, non si sa assolutamente nulla del cast, né tanto meno si sa qualcosa del canale che la trasmetterà.

Sappiamo solo che ad occuparsene saranno David Kanter (produttore esecutivo di Revenant, la pellicola che 2 anni fa è valsa a Leo DiCaprio l’Oscar), Bard Dorros (Collater Beauty, Il caso Spotlight), Angus Wall e Linda Carlson e  Kent Kubena. Non ci resta che aspettare, quindi, e nell’attesa gustare la seconda stagione di The Handmaid’s Tale che arriverà su Hulu ad aprile.

Anna Maddalena Peluso

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.