Finalmente l’attesa è finita!

Dal 1 settembre è infatti nelle sale italiane Io prima di te,  il nuovo film di Thea Sharrock , tratto dal best seller internazionale di Jojo Moyes.

Il film dovrebbe esser vietato, come per alcune giostre al Luna Park, alle persone sensibili e con problemi di cuore.. nel senso di sentimenti. E sì perché la bellissima trama è in realtà, come tutte le più belle storie d’amore, un po’ strappalacrime e dalla facile lacrimuccia.

Siamo in un piccolo villaggio inglese, la ventiseienne Lou, interpretata da Emilia Clarke ha appena perso il suo lavoro come cameriera. A causa delle ristrettezze economiche in cui vive la sua famiglia Lou è in cerca disperata di lavoro e finisce con l’accettare un impiego molto particolare: dovrà infatti fare da “dama di compagnia” a un giovane ragazzo rimasto tetraplegico (Sam Clafin) a causa di un brutto incidente. Il giovane affascinante paralitico si chiama Will, pessimista e sfiduciato nei confronti della vita è ormai convinto che lui sia destinato ad una vita passiva, monotona e continua quindi a crogiolarsi nel suo dolore ricordando i tempi felice. La vita gli ha dato tutto: bellezza, ricchezza, fama. E poi in un attimo gli ha tolto tutto, relegandolo sulla sedia a rotelle inerme e dipendente in tutto dagli altri.

io-prima-di-te-trailer

L’arrivo di Lou nel castello sarà una ventata di aria fresca per il cinico e rabbioso Will.

La tenera Lou, la cui allegria sprizza già dai suoi coloratissimi completini un po’ alla Ugly Betty avrà l’obiettivo di trasmettere al tenebroso Will tre doti ormai dimenticate dall’ex ricco uomo d’affari: entusiasmo, sensibilità e buona volontà. Due mondi, i loro, così lontani in apparenza ma così assolutamente compatibili: Lou è la donna giusta arrivata al momento giusto nella grigia e apatica vita di Will.

Lei è una proletaria dal disperato bisogno di soldi, anticonvenzionale e con poche ambizioni nella vita; lui è un riccone umiliato divenuto arrogante e scontroso. Due cliché sì, ma resi avvincenti dalle interpretazioni riuscite dei due attori: molto mimica e buffa quella della Clarke, ben riuscita e misurata quella di Clafin.

Il tutto rende il film dal sapore dolce amaro, alternando momenti in cui non si può che sorridere della semplicità e goffaggine della simpatica e dolce Lou e momenti di straordinaria poesia: il film ha un ritmo abbastanza vivace grazie al montaggio secco e ai cambi di scena repentini.

L’ambientazione è fiabesca e la storia ha evidenti segnali della commedia romantica nonostante il dramma sia sempre presente: la critica e il pubblico sono d’accordo sul fatto che nonostante i personaggi abbiamo un profilo già scontato e presente in altre trame cinematografiche, il montaggio e la vivacità dei contenuti fa si che Io prima di te diventi un film che lascia con il fiato sospeso, rigandoti facilmente il volto e facendoti venire la pelle d’oca, specialmente nella scena del ballo (ops spoiler). E’ un film che fa riflettere su un problema serio in maniera delicata e leggera affidando il tutto alla forza motrice dell’amore: preparate i fazzoletti e prendetevi un giorno di ferie a lavoro! Avrete serie difficoltà a riprendervi!

Una chicca per i serietv addicted : gli appassionati spettatori de Il trono di spade troveranno la loro Daenerys Targaryen decisamente mutata anche sotto l’aspetto fisico e avranno la possibilità di riconoscere un altro interprete della serie impegnato su questo set.

 

A proposito dell'autore

La Redazione

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.