Ecco un intervista ai film maker e storyteller Jimin Choi e Sinhyeon Yoo che ci permette di conoscere il loro lavoro, Visual Poem, e i loro progetti futuri.

Visual Poem

Jimin Choi al lavoro.

Come avete iniziato il progetto Visual Poem?

Jimin: Ci siamo conosciuti poco più di sei mesi fa, stavamo lavorando a un progetto assieme e abbiamo avuto modo di scoprire che abbiamo molte cose in comune. Questa collaborazione crea una magica simbiosi a livello lavorativo. Alla luce di buoni risultati abbiamo deciso di iniziare il nostro personale progetto Visual Poem.

Visual Poem è un team, come prendete decisioni riguardo le storyline e la produzione visuale?

Jimin: Dipende da quali sono le richieste del cliente. Molte volte siamo liberi di creare le nostre storyline, partendo dal tema generale che il cliente ci presenta.

Sinhyeon: Sicuramente per la parte visuale prendiamo maggiormente ispirazione dall’occidente, il visual contiene molti accorgimenti tecnici tipici della produzione occidentale. Per quanto riguarda lo storytelling, abbiamo un approccio molto più vicino alla produzione asiatica rispetto a quella occidentale. Nella produzione finale riusciamo a far convivere in equilibrio le due culture.

Visual Poem

Sinhyeon Yoo al lavoro.

Nel vostro team normalmente come procede la stesura della storyline?

Sinhyeon: Partiamo da una linea guida principale e sviluppiamo una storia, ma nel processo di sviluppo siamo sempre aperti a nuove idee, che potrebbero anche drasticamente cambiare la storia iniziale.

Jimin: Procediamo per livelli: a ogni passo pensiamo ad altre idee, le realizziamo e poi vediamo cosa funziona meglio nell’insieme.

 

Per quanto riguarda le riprese, preferite l’Europa o la Corea?

Jimin: Preferiamo fare le nostre riprese a livello internazionale, in particolare Parigi ha molte sfaccettature e una grande varietà architettonica che ci permette di trovare variegati luoghi senza doverci per forza spostare in un’altra città o in un altro paese. A Seoul manca questa varietà di opzioni in un unico luogo: molti set sono costruiti ad hoc e vengono riutilizzati per diverse produzioni.

Quali sono i vostri progetti e i vostri sogni per il futuro?

Sinhyeon: Vorremmo realizzare un film intero.

Jimin: Stiamo già scrivendo la bozza, è una storia che tratta tematiche come la droga e la solitudine. Un altro nostro progetto è quello di lavorare di più a livello internazionale.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.