Dopo il successo di Immaturi, il film di Paolo Genovese, arriva la serie tv ad esso ispirata Immaturi – La serie, in esclusiva su Canale 5.

Spesso vi parliamo di novità che arrivano dritte dall’altra parte del mondo, questa volta invece ci vogliamo concentrare su un prodotto tutto italiano, la nuova serie Tv di Canale 5: Immaturi – La serie.

Immaturi“A volte siamo un po’ immaturi” diceva la colonna sonora, cantata da Alex Britti, dell’omonimo film, Immaturi, appunto, di Paolo Genovese, uscito nel 2011 e subito diventato un successo, made in Italy. In sole tre settimane, infatti, la pellicola di Genovese riuscì a incassare € 15.139.591, collocandosi al terzo posto nella classifica dei film più visti del 2011, dopo “Che bella giornata” e “Qualunquemente”.

Non stupì, quindi,  l’idea di girare anche un sequel del fortunato prodotto, dal titolo Immaturi – Il viaggio, che uscì nel 2012, narrando le disavventure dei protagonisti del primo film stavolta alle prese con un viaggio in la Grecia.

Più innovativa, rispetto alla scelta del sequel, è sembrata la decisione di proporre una serie tv targata Mediaset, ispirato al primo film del 2011, riprendendone la trama e i personaggi.

ImmaturiImmaturi – la serie sarà, infatti, basata sulla bizzarra storia di sei ex compagni di classe costretti a tornare tra i banchi di scuola per uno strano scherzo del destino: il Ministero dell’Istruzione ha annullato le prove di maturità dell’anno in cui essi si sono diplomati, i quali, adesso, si trovano costretti a riprendere il percorso di studi liceali, per giungere preparati a quello che, a molti, sembra essere il primo, più tremendo scoglio della carriere di ogni studente, la maturità.

Nemmeno il tempo di ambientarsi al clima, oramai dimenticato, del liceo che i sei protagonisti dovranno non solo trovare la forza per affrontare di nuovo l’esame di stato, ma anche cercare di conoscere meglio se stessi e i propri ex compagni di classe, scoprendo che, sotto il velo di felicità nel rivedersi dopo tanto tempo e di malinconia nel ricordare i bei tempi passati, covano e si celano malumori e malintesi mai risolti o semplicemente mai venuti a galla.

Lorenzo, Piero, Luisa, Francesca, Serena e Virgilio riusciranno, nel bene e nel male, ad affrontare uno scoglio così grande per la seconda volta? La maturità per loro non sarà solo un esame ma una vera e propria conquista di valori da ricordare per sempre, un passo fondamentale che saranno chiamati a compiere non una sola, ma ben due volte. Insomma, attraverso le piccole e grandi conquiste tra i banchi di scuola i nostri protagonisti dovranno anche (ri)conquistare il loro posto nella società e nelle vite gli uni degli altri.

Il cast scelto da Genovese nel 2011, era composto da: Raoul Bova (Giorgio), Barbora Bobulova (Luisa), Ambra Angiolini (Francesca), Paolo Kessisoglu (Virgilio), Luca Bizzarri (Piero), Ricky Memphis(Lorenzo).

ImmaturiNella serie, invece, oltre ai riconfermati Ricky Memphis, sempre nei panni dello scapestrato Lorenzo e Maurizio Mattioli in quelli di suo padre, Luigi, ritroviamo anche il duo comico Luca e Paolo, i quali manterranno i ruoli della pellicola del 2011. Vedremo, invece, tra le new entry, Nicole Grimaudio, che sostituisce Ambra Angiolini nel ruolo di FrancescaIrene Ferri, nelle vesti di Luisa, interpretata al cinema da Barbara Bobulova e, infine, Sabrina Impacciatore (Serena), Daniele Liotti (Daniele), Paolo Calabresi (Gigi) e Ilaria Spada (Claudia). Nessun ruolo, purtroppo, sarà ricoperto da Raul Bova, uno dei “leader” delle pellicole precedenti.

ImmaturiOltre ai mutamenti riguardanti gli attori, una nuova prospettiva illuminerà le otto puntate di Immaturi – la serie, ossia il rapporto generazionale, che verrà analizzato in maniera del tutto innovativa rispetto a quanto considerato nella pellicola. Infatti, oltre ai rapporti con gli ex compagni di classe, i sei Immaturi dovranno vedersela anche con i nuovi compagni, che daranno loro filo da torcere. Questo incontro-scontro servirà, però, ad analizzare un evidente divario tra le generazioni passate e presenti, sottolineando l’evidente mutamento dei rapporti all’interno dell’odierna società.

In ultimo, è bene sottolineare che tra gli sceneggiatori di Immaturi –  la serie figura lo stesso Paolo Genovese. Ciò ci lascia presagire che esiste un forte tipo di collegamento tra la serie e il film, per cui ci auguriamo che anche gli amanti della trasposizione cinematografica possano restare soddisfatti dal prodotto Mediaset, che verrà affidato alla regia di Rolando Ravello.

Per scoprire di più su questa nuova serie non ci resta che attendere guardare gli otto episodi, che andranno in onda dal 12 Gennaio, in prima serata solo su Canale 5.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.