Il Bazar dei Brutti Sogni

TITOLO: IL BAZAR DEI BRUTTI SOGNI
AUTORE: STEPHEN KING
EDITORE: SPERLING & KUPFER
PAGINE: 512
PREZZO: 14,90€

SINOSSI UFFICIALE:

Il maestro dell’horror Stephen King regala un altro libro da brivido: Il bazar dei brutti sogni. Questa nuova raccolta di racconti propone vecchie glorie dello scrittore e short stories assolutamente imperdibili. Tutto parte dai sogni che sono un immaginifico bagaglio da cui parte l’inventiva gialla di King. Da lì lui parte per creare scenari mostruosi e terrificanti in cui una bambola può diventare la nostra peggior nemica o il gatto di casa nasconde una personalità da killer. Ma la fonte narrativa più incredibile di Stephen King è quella che parte dalle storie narrate nell’infanzia in cui si stava attorno al focolare a raccontarsi storie incredibili e inventate al momento per far spaventare l’amico di sempre o quello odiato da sempre. Il bazar dei brutti sogni parte da questo, racchiude gli incubi di tutti noi e li porta sulla pagina, ma è come vederli, sono già pronti per una trasposizione cinematografica, pronti a vivere in ognuno di noi e a inquietarci giorni e, soprattutto, notti. Il bazar dei brutti sogni è un incredibile raccolta horror da non perdere.

LA MIA OPINIONE:

Il Bazar dei brutti sogni è una raccolta di storie brevi, alcune inedite altre già pubblicate, che miscela in modo sapiente vari generi letterari che hanno caratterizzato la vita letteraria del genio del brivido, non solo l’horror. Stephen king ha vinto l’Edgar Award 2016 con il racconto Io Seppellisco i vivi, presente in questa meravigliosa raccoltanella categoria Miglior Racconto Breve. Una storia inquietante ma non orrifica, una trama che, come sempre, porta i lettore a riflettere sulla psiche umana. Devo ammettere che di tutte le short stories del libro non è stata quella che mi è piaciuto di più.

Ur è il titolo che avrei proposto per il premio. Ur nasce, come ci spiega King nelle prefazioni a ogni racconto, per Amazon Kindle e per la promozione del nuovo lettore digitale della società americana. Io l’ho trovato di una originalità stravolgente e dire che l’ho adorato è poco. Mi sono ritrovata a sperare, un giorno, di ricevere per sbaglio un Kindle rosa shocking con i menu in costruzione come Wess, il protagonista della narrazione. Grazie a uno dei tanti menu Ur presenti in questo apparecchio, Wess, insegnante di letteratura inglese, scoprirà l’esistenza di realtà e universi paralleli. Non voglio rovinarvi la lettura ma vi dirò solo che il protagonista dovrà compiere una difficile scelta che potrebbe modificare gli eventi futuri. Notevole la citazione di King alla Torre Nera.

Insomma, come sempre Stephen King non ci delude e ci offre un buon prodotto per riempire le serate grigie e noiose come solo lui può fare.

Lunga vita al Re.

 2016©Eilan Moon -Riproduzione vietata senza autorizzazione dell’autrice-

A proposito dell'autore

La Redazione

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.