Letteratura e trasposizioni televisive si sono unite in matrimonio ormai da tempo immemore, del resto la letteratura è sempre stata fonte di ispirazione del cinema per cui essendo la televisione e quindi in essa le serie televisive figlie del cinema si capisce che il loro connubio non poteva che dare risultati proficui.

Proprio come nel cinema, viene quindi da chiedersi ma quanto influisce il budget nell’adattamento di una saga letteraria in televisione? La risposta è: tanto; ed è spesso la risposta anche a molte domande poste dai fan. Vediamone, prendendo il caso specifico di Outlander, tre esempi:

Battaglia di Culloden: perchè non farla? La battaglia ricopre uno dei momenti centrali del secondo libro e della serie/saga in generale quindi, ovviamente, era super attesa dai fan. Perché allora gli autori hanno scelto di non farla vedere? Questioni di budget.

All’epoca della scrittura della seconda stagione, la prima era da poco terminata in tv e gli ascolti, per quanto ottimi, erano pur sempre quelli di una serie appena nata e quindi sprovvisti di uno “zoccolo duro”. Per ricreare una battaglia come quella di Culloden servivano soldi, tanti, e infatti hanno aspettato la terza stagione (probabilmente) per farcela vedere. Dopo due anni gli introiti sono più sicuri e alti, più in grado di garantire una sequenza di qualità.

Perchè non ingaggiano gli attori richiesti dai fan che ricoprono perfettamente dal punto di vista fisico i personaggi dei libri? Il fandom, sin dall’inizio dell’annuncio di uno show basato sulla saga lettararia in questione, proponeva Sophie Turner per il ruolo di Brianna (per esempio), ed effettivamente, l’attrice era perfetta. Perché, allora, non ingaggiare lei certi dell’accontentare i fan? Questioni di budget. Meglio un’attrice semisconosciuta che paghi 1 o una famosa in tutto il mondo che saresti costretto a pagare 10?

La scena della grotta/ la sequenza delle incisioni: ecco, arriviamo a due delle scene che più hanno fatto indignare i lettori della saga che tutt’ora si chiedono il perché della loro eliminazione. Anche qui, questioni di budget. La scena della grotta è presente negli ultimi passi del primo libro della saga, “La Straniera”, e rappresenta il ricongiungimento sia fisico che mentale tra Jamie e Claire, divisi dalla violenza subita poco tempo prima dal ragazzo.

La sequenza si svolge in una grotta termale nei sotterranei del monastero dove si trovano i protagonisti, ed è piena di pathòs e di sesso, in generale. Pensate alla difficoltà di girare una scena simile: trovare un luogo quantomeno simile o ricostruirlo da zero, trovare il modo per girare in maniera ottimale la scena che già da sé è piuttosto complicata e soprattutto, poterla trasmettere senza decontestualizzarla troppo.

Situazione simile per la sequenza delle incisioni: scena breve e con un profondo significato per l’intera storia. Claire e Jamie hanno passato l’ultima notte insieme e sono al cerchio di pietre in procinto di dirsi addio per sempre. I due allora, in un disperato tentativo di “legarsi” per sempre, decidono di incidersi le iniziali l’uno dell’altro sul pollice. Perché, allora, eliminare una scena così intensa? In questo caso, più che questioni di budget, probabilmente colpa di difficoltà logistiche.

Le scene che vediamo in sequenza cronologica sullo schermo, spesso sono girate invece in maniera discontinua in modo da ammortizzare tempo e soldi. Per fare un esempio: se ci sono due scene a Lallybroch, ambientate in periodi diversi, saranno comunque girate insieme per sfruttare il set, attori, costumi, catering, troupe, ecc già pronti sul luogo. In questo caso particolare la scena delle incisioni, prevedeva lo sporcare i vestiti di sangue, e quindi, il rallentare (anche se in minima parte) la macchina enorme che c’è dietro uno show del genere.

Insomma, da affezionati della storia vorremmo vedere tutte le scene del libro sullo schermo ma come abbiamo visto, ci sono sempre delle buone ragioni nel tagliare una scena soprattutto se importante.

Melissa Farina

 

A proposito dell'autore

La Redazione

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.