Avete mai immaginato che i soggetti di quadri famosi prendessero vita? Il visual designer maceratese Luca Agnani non l’ha solo pensato, ma l’anche realizzato!
Grazie all’aggiunta di luci, ombre e animazioni 3D ai dipinti di Van Gogh e alla musica di Ludovico Einaudi, ha creato un video da non perdere, per gli estimatori dell’ artista olandese e non solo.

Il video, che sulle note di Experience di Ludovico Einaudi, vede conferire movimento ad alcuni dei più famosi dipinti di Vincent Van Gogh, è stato realizzato da Luca Agnani, classe 1976, attraverso la tecnica del Video Mapping. Il video mapping  è una nuova frontiera dell’arte e della tecnologia e consiste nel proiettare  qualsivoglia tipo di immagine in computer grafica su superfici reali, ottenendo spettacolari effetti di proiezione 3D.  Quella del “video mapping” è una tecnica di proiezione evoluta, che trasforma qualsiasi tipo di superficie in un display dinamico. Tramite appositi software, tra cui il più importante è  Madmapper, si creano delle animazioni, delle immagini, video e giochi di luci talmente customizzati che, giocando con la superficie sulla quale vengono proiettati, sono in grado di stupire il pubblico con incredibili effetti speciali. Attraverso il videomapping, le proiezioni animate, riescono ad ingannare la percezione visiva dello spettatore a tal punto da non fargli più distinguere la realtà dalla finzione della proiezione. In alcuni video realizzati tramite questa tecnica, si ha l’illusione di vedere ballare un edificio o vederlo crollare letteralmente su se stesso. Uno dei promotori di questa tecnica è l’artista tedesco Sebastian Neitsch.

Tale tecnica è la stessa che, appunto, Luca Agnani, visual artist e grafico, utilizza per realizzare i suoi lavori. Creativo e progettista di siti web, video ed animazioni in 2D e 3D, dal 2010 ha deciso di applicare le sue conoscenze al Digital Lighting (tecniche per l’ illuminazione digitale) e al Video Architectural Mapping, giungendo alla collaborazione con il fotografo ed esperto in multimedia, Claudio Cimini. Insieme lavorano creativamente e tecnicamente sulle facciate di chiese, palazzi e importanti monumenti, non solo italiani. Le loro performances fanno, infatti, gola anche ai maggiori Festival stranieri. E’ solo di recente, però, che Luca Agnani decide di unire le sue conoscenze tecniche alla passione per l’artista olandese Vincent Van Gogh, artista probabilmente tra i più controversi, ma senza dubbio  tra i più amati della storia dell’arte. Il video, dopo aver avuto, nel mare magnum della rete, più di 300.000 visualizzazioni in pochi mesi, è stato presentato ad Amsterdam, su invito del Van Gogh Museum, in occasione del rinomato evento “Friday Night at the Van Gogh Museum”. Un’occasione unica per vedere le opere di Van Gogh non solo al di là della fissità dei libri o delle statiche sale di un museo, ma al di là della loro stessa immobilità. Un’occasione di vedere vivacizzata l’amata città di Arles, di viverne la quotidianità e di riuscire quasi a respirare la stessa aria. Non esitate, allora, a visualizzare il video, lasciarvi trasportare dalle avvolgenti note di Experience e dalla travolgente tecnica di video mapping, affinché questa nuova esperienza di visione possa essere servita.

Angela Nimo

A proposito dell'autore

La Redazione

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.