Dracula di Bram Stoker ha messo in luce una figura, quella del vampiro, che incarna tutti i vizi capitali dell’uomo. Un misto di storia e leggende che ha affascinato milioni di persone in tutto il mondo.

Il Vampiro

La figura del vampiro è parte del folklore europeo e dei miti di tutta l’umanità da tempi antichissimi. Basti pensare che perfino nella tradizione ebraica viene tramandata la storia Lilith, prima moglie di Adamo. La leggenda narra che la donna fosse sterile e per tale motivo Adamo chiese a Dio un’altra sposa. Per vendicarsi, Lilith divorò tutti i primi figli che ebbero Adamo ed Eva: questo gesto le è valso l’attributo di primo vampiro al mondo.

Questo, però, non è l’unico episodio narratoci dall’antichità sul vampirismo. Nella cultura latina, ad esempio, è stato Apuleio che nelle Metamorfosi ci ha parlato di creature assetate di sangue che avevano il nome di lamie. Di lì in poi la figura del vampiro è diventata una costante di tutte le culture fino ad oggi.

Oggigiorno il vampiro è diventato quasi una moda, la rappresentazione della bellezza, delle passioni, del manifestarsi dei desideri senza pudicizia alcuna; è in pratica l’incarnazione di tutti i vizi capitali dell’uomo. Rappresenta il lato oscuro di ognuno di noi, quell’aspetto della nostra psiche che il buoncostume generale ci impone di tenere a freno.

Ma chi ha donato successo ad una tale figura oscura? Vediamo.

Il libro

Nel 1897 viene pubblicato quello che definiamo l’ultimo grande romanzo gotico. Scritto dall’irlandese Abram Stoker, conosciuto come Bram Stoker, Dracula è una storia che ha come tema centrale il vampirismo, in particolare il Conte Dracula appunto.

Il racconto di Bram Stoker prende spunto da due cose: un avvenimento realmente accaduto ed un personaggio storico tanto cattivo da sembrare il Demonio perfino durante la sua vita. La prima è una situazione molto semplice da spiegare. Nei secoli precedenti erano poche le conoscenze riguardo il corpo umano e, quando un corpo riesumato dopo poco tempo risultava essere quasi del tutto intatto, veniva classificato come vampiro; questo è quello che accadde a Mercy L. Brown.

Per quanto riguarda la persona in questione, ad aver ispirato Bram è stato Vlad III Tepes. Il nome di Dracula prende spunto dall’ordine cui la famiglia di Vlad apparteneva: l’ordine del Dragone, da cui l’aggettivo Draculea che tradotto significa “figlio del Dragone” (ovvero del Demonio). La sua fama lo ha reso tra i più temuti di tutta la storia. Tra le sue più macabre gesta si ricorda la punizione che egli infliggeva ai propri nemici: l’impalatura (Tepes significa, per l’appunto, “Impalatore”).

LEGGI ANCHE: #WalkingInNaples: la tomba di Dracula a Santa Maria La Nova

Vediamo in breve di cosa tratta il libro.

La trama

La vicenda inizia nel momento in cui il giovane avvocato Jonathan Harker viene mandato in Transilvania dal suo capo per guidare la transazione che permetterà al Conte Dracula di acquistare un’abitazione a Londra. Il viaggio si è presenta oltremodo inquietante e una volta giunto al castello, il povero Jonathan non troverà di certo una situazione migliore.

Il conte, inizialmente dall’aspetto di un tranquillo anziano col desiderio di trasferirsi, si rivela essere in realtà una figura demoniaca dai gusti alimentari decisamente particolari: si nutre di sangue. Harker diventa ben presto prigioniero del castello e vittima delle spose di Dracula. Il sospetto sulla natura del conte inizia ad affiorare: il conte in realtà è un vampiro. Jonathan resta rinchiuso nel castello anche quando Dracula decide di spostarsi in Inghilterra.

Dracula di Bram Stoker

La pellicola più fedele al libro Dracula di Bram Stoker è l’omonimo film (in lingua originale Bram Stoker’s Dracula) diretto e prodotto da Francis Ford Coppola nel 1992. Ecco Gary Oldman nelle vesti del Conte Dracula.

In Inghilterra, nel frattempo, Mina Murray, fidanzata di Jonathan, si trasferisce a Whitby con la famiglia della sua migliore amica Lucy Westenra. Contemporaneamente anche la nave che trasporta il conte Dracula arriva a Whitby. Nel frattempo Jonathan riesce a scappare dal castello e viene ricoverato in un convento di suore. Li riesce a mettersi in contatto con Mina, la quale lo raggiunge per sposarlo.

Iniziano gli attacchi di “bestie feroci” anche in terra inglese. Una delle prime vittime è proprio Lucy, la quale viene vampirizzata. Proprio in quel momento uno dei suoi tre spasimanti decide di chiamare il suo vecchio professore, Abraham Van Helsing, per venire a capo di questo mistero. I quattro, Van Helsing e i tre pretendenti, scoprono quale sia stata la sorte che è toccata a Lucy. Servirà l’aiuto dei coniugi Harker per sconfiggere il male.

Mina viene inizializzata alla vampirizzazione e Dracula riesce a sfuggire alle trappole organizzategli dagli Inglesi. Solo in Transilvania riusciranno a sconfiggere Dracula e le sue spose, ponendo fine ad un incubo e salvando la vita della povera Mina.

Felicia Trinchese

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.