TITOLO ITALIANO: DOCTOR SLEEP (THE SHINING #2)
AUTORE: STEPHEN KING
EDITORE: SPERLING & KUPFER
PAGINE: 516
PREZZO: 13,00€
SINOSSI UFFICIALE:

Perseguitato dalle visioni provocate dallo shining, la luccicanza, il dono maledetto con il quale è nato, e dai fantasmi dei vecchi ospiti dell’Overlook Hotel dove ha trascorso un terribile inverno da bambino, Dan ha continuato a vagabondare per decenni. Una disperata vita on the road per liberarsi da un’eredità paterna fatta di alcolismo, violenza e depressione. Oggi, finalmente, è riuscito a mettere radici in una piccola città del New Hampshire, dove ha trovato un gruppo di amici in grado di aiutarlo e un lavoro nell’ospizio in cui quel che resta della sua luccicanza regala agli anziani pazienti l’indispensabile conforto finale. Aiutato da un gatto capace di prevedere il futuro, Torrance diventa Doctor Sleep, il Dottor Sonno. Poi Dan incontra l’evanescente Abra Stone, il cui incredibile dono, la luccicanza più abbagliante di tutti i tempi, riporta in vita i demoni di Dan e lo spinge a ingaggiare una poderosa battaglia per salvare l’esistenza e l’anima della ragazzina. Sulle superstrade d’America, infatti, i membri del Vero Nodo viaggiano in cerca di cibo. Hanno un aspetto inoffensivo: non più giovani, indossano abiti dimessi e sono perennemente in viaggio sui loro camper scassati. Ma come intuisce Dan Torrance, e come imparerà presto a sue spese la piccola Abra, si tratta in realtà di esseri quasi immortali che si nutrono proprio del calore dello shining.

LA RECENSIONE:

Seguito di Shining, Doctor Sleep è un romanzo di sentimenti, crescita personale e legami famigliari. Stephen King crea qualcosa che non è degno del seguito di uno dei suoi romanzi più famosi, lo supera, a mio parere.

Doctor Sleep mi è piaciuto più del primo. La prima parte della narrazione ci racconta un Danny Torrance cresciuto, ma solo fisicamente. Infatti egli è immaturo, inaffidabile e possiede la tara di famiglia che il padre gli ha regalato: l’alcolismo. Potrà avere rivalsa? Su questa domanda si basa l’intero plot del romanzo e la risposta la troveremo solo al termine della lettura. Se all’inizio Dan può sembrare un antieroe, con il susseguirsi dei capitoli crescerà, si trasformerà nell’uomo che voleva essere e la sua vita si mescolerà a quella di una neonata, Abra, che ha il dono della luccicanza e che è, a tutti gli effetti, il destino del protagonista, quel fato per il quale era nato e che lo ricondurrà, suo malgrado, all’Overlook Hotel, il centro di tutto dove ogni cosa troverà il proprio posto e dove l’esistenza del piccolo Danny Torrance, ormai uomo, era destinata a ripercorrere l’orrore di un tempo.

I passi emozionanti sono moltissimi e anche quelli che vi commuoveranno; se siete sensibili come me, vi ritroverete anche a versare qualche lacrimuccia. Non potrete evitare di affezionarsi a Dan, come avevate fatto in Shining, e ad Abra, che crescerà e diventerà un’adolescente dai grandi poteri, maggiori di quelli del protagonista, ma anche lei è vittima dei propri demoni e dimostrerà di non aver pietà per coloro che uccidono innocenti in nome della loro esistenza a discapito di tutti gli altri. Abra è molto più oscura di quanto si creda all’inizio, nel senso che non teme di sporcarsi le mani pur di proteggere coloro che ama.

La maturazione che Dan compie durante l’intero romanzo è parallela alla scoperta da parte di Abra della propria forza e anche di quanto questo suo immenso potere possa corromperla correndo il rischio di divenire ciò che stava combattendo. Il fantasma del lato oscuro di ogni essere umano si mostra bene in questa giovane, ma grazie al proprio maestro ed esperto di luccicanza forse riuscirà a rimanere innocente. Forse…

Verità inimmaginabili verranno svelate e legami famigliari si rafforzeranno sino a divenire l’unica ragione di vita per tutti i personaggi del libro. Dan, soprannominato Doctor Sleep perché donava la pace a coloro che stavano per morire, rappresenta l’esatto opposto del padre e riuscirà a porre fine, come il cerchio che in ultimo si chiude, non solo ai mostri del Vero Nodo, ma anche alle torture dell’animo umano,  suo e quello di un personaggio che lo stava aspettando ancora dove giaceva addormentato l’Hotel dei suoi incubi.

Un’opera inimitabile, da leggere per diletto, ma da comprendere sino in fondo affinché ci lasci qualcosa di più di una storia dell’orrore e del paranormale.

Eilan Moon

2015©Eilan Moon -Riproduzione vietata senza autorizzazione dell’autrice-

A proposito dell'autore

La Redazione

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.